fbpx

5 cose che non sapevi sulla Mozzarella di Bufala

La Mozzarella di Bufala Campana Dop è un’eccellenza italiana che ci invidiano in tutto il mondo.  Il rigido disciplinare di produzione prevede esclusivamente l’impiego di latte di bufala intero fresco proveniente dagli allevamenti dell’area Dop, di cui ne occorrono ben 4 litri per ottenere 1 kg di prodotto.

Ma siete sicuri di conoscere proprio tutto su questo latticino così amato in Italia e non solo?

Ecco alcune curiosità utili per scoprire bontà, abbinamenti e valori nutrizionali di questo eccezionale alimento.

  • Ha meno sale della mozzarella. La mozzarella di Bufala Campana Dop ha in media un apporto di sale più basso rispetto alla mozzarella vaccina.
  • Facilmente digeribile: Come emerge da alcuni studi effettuati dal consorzio, la Mozzarella di Bufala Dop ha un basso contenuto di lattosio, il che la rende facilmente digeribile.
  • Le origini sono legate all’introduzione dei bufali in Italia, probabilmente in epoca normanna. I primi documenti storici compaiono nel XII secolo e testimoniano come i Monaci del monastero di San Lorenzo in Capua erano soliti offrire un formaggio denominato “mozza”.
  • La zona di origine comprende: Campania (province di Caserta, Salerno, Napoli e Benevento), Lazio (province di Latina, Frosinone e Roma), Puglia (provincia di Foggia), Molise (comune di Venafro). Le province di Caserta e Salerno rappresentano circa il 90% della produzione certificata DOP.
  • Ha una consistenza più dura all’esterno, più morbida all’interno, ha un colore bianco porcellanato e un odore di latte fresco, con lieve sentore di muschio. Il sapore ricorda molto lo yogurt, con un’acidità gradevole.

Se vuoi provarla su uno dei nostri golosi tranci, ti consigliamo la Bufalotta: pomodoro, mozzarella di bufala, crudo di Parma DOP stagionato 18 mesi. Ti aspettiamo in uno dei nostri ristoranti!

Leave a reply